Lucio Dalla in una sua nota canzone dice che nell’anno che verrà non cambierà proprio nulla e che per poterne parlare bisogna inventare qualcosa che vada al di là della realtà.

Purtroppo il 2020 ci ha dimostrato che le novità sono sempre dietro all’angolo e che qualcosa di negativo è certo capiterà, ma non sarà quello che ci si aspetta e si teme.

Questo fine anno, però una certezza l’abbiamo: arrivano i vaccini e possiamo aspettarci che entro il 2021 potremo aver circoscritto la pandemia da Covid 19.

Questo comporterà che, piano piano, si ritornerà a poter avere comportamenti privati e sociali che in questo anno, per gran tempo, sono stati proibiti, riacquistando molte libertà.

Sento qualche persona che manifesta timori ed incertezze sui vaccini. Io ho una certezza, senza i vaccini e senza una adesione importante alla campagna vaccinale, prolungheremo la corsa del virus e le difficoltà economiche sociali.

Il ritorno alle abitudini precedenti la pandemia, non sarà immediato, ma graduale ed alcune modificate abitudini resteranno nelle persone e di questo dovremo tenere conto, quindi tutti le modalità di vendita e di somministrazione esplorati e sperimentati nel periodo passato, dovranno essere proseguiti, sicuramente per la prima parte dell’anno come principale ed importante, ma anche dopo.

Delle opportunità di vendita che si sono manifestate utili nei periodi di confinamento passati, facciamone buon tesoro.

Questa sera, pur con cambiato metodo, prendetela leggera e passate un momento sereno. Io ora altro non ho da dire che un auspicio di un buon anno!

Bene quindi mi sbilancio e senza timore dico: Buon anno, buon 2021