Lunedì 19 novembre 2020

Chat di videodegustazione guidata dei vini Pascolo Dolegna del Collio Friuli

Condotta da Alessandro Pascolo

È necessaria una premessa al riguardo dei bianchi inviati in degustazione: sono tutti vini senza passaggio in legno, che conservano e presentano con chiarezza le note varietali, in quanto sono tutti monovitigno, nessuno ha aggiunte di altre varietà, pur nelle tipologie e quantità pur permesse dai disciplinari. Questa è una caratteristica distintiva dei vini Pascolo.

Presentano un aspetto visivo abbastanza omogeneo, più o meno paglierino scarico, molto brillante che denota una vinificazione pulita che non ricerca eccessi né in carenza né in abbondanza.

Altra premessa riguarda la eccezionalità della vendemmia 2019, che ha permesso di produrre vini molto interessanti, tutti ricchi di buona struttura, pur conservando la loro tipica freschezza e serbevolezza,

Ribolla Gialla

Vino leggero abbastanza semplice. Frutto pulito ed aderente al varietale nella linearità del profumo. Al palato bella sapidità, timbro del terreno di Ponca (mix di marna e arenaria tipica del luogo). Buona l’acidità giusta in un corpo snello ed elegante nella sua semplicità, che lo rende di particolare facile beva, caratteristico del Collio, .

È il frutto di una selezione effettuata sulle uve del vigneto al fine di differenziare quelle utili alla produzione del fermo da quelle per la bolla (dove si ricerca maggiore acidità).

Pinot Bianco

Evidenti caratteristiche di tipicità, favorite dalla bontà dell’annata.

Profumo floreale, frutti bianchi, senza aggressività ma persistenza esaltata dalla mineralità che si annuncia già dal naso. Struttura tonica, morbidezza in equilibrio con acidità e minerale.

Ha duttile capacità di accompagnare diversi piatti e promette di avere interessante evoluzione nel tempo e donare in futuro belle e piacevoli sensazioni.

Friulano

È il vino tipico del Collio, molto importante nella gestione economica di una azienda in quel territorio. 

Vino dal colore più intenso, sempre brillante. Ha una chiara aderenza alle caratteristiche varietali che si manifestano nei profumi di camomilla, acacia, pera, pesca. Profumi sostanziosi che si riflettono sul palato dove ne mantiene le promesse: entra in bocca bello rotondo, mantenuto in equilibrio dalla nota amarognola e salina della Ponca. In Friuli il suo accompagnamento elittario sono il crudo di San Daniele ed il Frico friulano; eccelle con pescato e carni bianche.

È un vino ottenuto dall’assemblaggio del raccolto di quattro diverse parcelle aziendali, vinificate individualmente, per essere riunite in dicembre ad all’impedimento avvenuto. Anche se non è una caratteristica richiesta a questo vino, promette buona longevità.

Malvasia

Ottenuto con una vinificazione in bianco per ottenere un vino dove le caratteristiche semi aromatiche dell’uva non risultino invadenti. Al naso manifesta spezie, pepe bianco, accenno di cannella, note vegetali quali l’alloro, floreali, in primis gelsomino, frutti bianchi, il tutto ritorna alla bocca con una accentuata sapidità, salinità marina, compensate da ricca morbidezza, che donano una eccellente persistenza al palato.

Vino di grande potenzialità di maturare ed affinare nel tempo, sviluppando caratteristiche gustative di ulteriore maggiore complessità.

Sauvignon

Molto tipico subito fin dal naso elegante, discreto, pulito nel suo caratteristico sentore di alloro, mentuccia e frutta. Buona presenza in bocca, entrata fresca e morbida, ricca e lunga, mantiene fino alla fine la netta coerenza tra naso e bocca.

È il frutto dell’assemblaggio di tre parcelle aziendali due con cloni friulani ed uno di origine francese.

Rosso di Ponca Merlot

Questo vino ha un anno fi maturazione in barrique. Colore rosso intenso ma limpido e lucente, evidenzia begli archetti sulle pareti del bicchiere.

Al profumo lampone e ciliegia uniti a ribes e mora con un accenno di erbaceo, leggerissima spezia.

Sensazioni olfattive che si ritrovano in bocca unite ad eleganti tannini maturi. Ancora giovane e molto fresco nel colore, nei profumi ed in bocca. Sorprendente per la grazia che manifesta, elegante ed equilibrato.

Il Merlot nelle annate più importanti e dove garantisce caratteristiche di evoluzione speciali, è soggetto di una particolare selezione per produrre il Sveva, con diciotto mesi di affinamento in rovere, assemblaggio e maturazione per dieci mesi in acciaio ed ulteriori nove, dodici mesi in bottiglia.